31 ottobre 2012

LA CUCINA DELLE STREGHE-dal web



Chissà cosa bolle in pentola, nella cucina delle streghe! Diamo una sbirciatina...

LA CUCINA DELLE STREGHE

Nella cucina delle streghe culinarie

Tutte sembrano avere un gran daffare.

C'è la strega che legge una ricetta strana

C'è quella che riempie di ragni una banana.

C'è la strega dietologa che al posto del miele

Usa semi di zucca e buccia di mele.

C'è la strega golosa che prepara una torta

Mescolando l'impasto con ossa di morta.

C'è la strega che si vanta del suo fine olfatto

E aggiunge alla pasta peli di gatto.

Nella cucina delle streghe culinarie

Tutte sembrano avere un gran daffare.

C'è la strega che vuole sempre stare a dieta

E con sangue di topo la sua insalata completa.

C'è quella che sa che il suo preparato

Servirà a far del principe il suo innamorato.

Tutte si affannano intorno al pentolone

In cui da ore sobbolle il minestrone.

E nel calderone poco invitante

Di cose strane ce ne sono tante.

Nella cucina delle streghe culinarie

Tutte sembrano avere un gran daffare.

(dal web)

DOLCETTO O SCHERZETTO - dal web



Avete consegnato una generosa dose di dolcetti ai "tremendi mostri" che hanno bussato alla vostra porta o vi siete beccati tanti spaventosi scherzetti? 

DOLCETTO O SCHERZETTO 

Aprite la porta voi che siete lì dentro
O vi farò prendere un bello spavento.
Qui venuto, infatti, sono
per chiedere un dolce oppure un dono.
Prendo di tutto. Lo sapete no?
Caramelle, biscotti, noccioline, bonbon
Ma se preferite posso accettare
Anche qualcosa che non sia da mangiare.

Un treno, una bambola, un pupazzo, un carillon
Quel che vorrete io prenderò
E se proprio non avete nulla da offrire
Aprite comunque o vi farò inorridire.

Con la mia maschera da vampiro
Spavento chiunque quando vado in giro.
Aprite, dunque, signore e signori
É da mezz'ora che sono qui fuori! 

(dal web)

29 ottobre 2012

OTTOBRE-Mario Mazza


Buona ultima settimana di ottobre che dopo averci regalato dei giorni incredibilmente clementi, però ci lascia con il freddo e la  pioggia...



OTTOBRE

Il rovo ha le foglie porporine
nel bosco mezzo verde e mezzo giallo:
il cespo delle rose, tutto spine,
risplende con le bacche di corallo.

E’ il tempo che il castagno dà il suo frutto;
fischiano i merli, zirlano i fringuelli,
e il contadino, che raccoglie tutto,
empie di pere e mele i suoi cestelli.

E’ il tempo che ogni frutto si matura;
nel bosco i funghi, il mosto alla cantina
e, piena di fragranza, l’aria pura
è fresca a sera, fresca la mattina.

Mario Mazza

22 ottobre 2012

AUTUNNO- Emily Dickinson


La natura in autunno sfoggia senza dubbio i suoi colori più belli!

AUTUNNO

Sono più miti le mattine
E più scure diventano le noci
E le bacche hanno un viso più rotondo,
La rosa non è più nella città.

L'acero indossa una sciarpa più gaia,
E la campagna una gonna scarlatta.
Ed anch'io, per non essere antiquata,
Mi metterò un gioiello.

Emily  Dickinson


21 ottobre 2012

LE DIFFICOLTA'- dal web





Questa storiella mi ha fatto venire in mente due celebri aforismi, uno attribuito dai più ad Aristotele:


"Se c'è una soluzione perché ti preoccupi? Se non c'è una soluzione perché ti preoccupi?"

L' altro invece è divenuto una famosa battuta del film "Ladri di biciclette":
  
 “ A tutto c’è rimedio , tranne che alla morte.”

Tutto buono, pur di affrontare le difficoltà con una saggia dose di leggerezza...



LE DIFFICOLTA'

Un uomo si sentiva perennemente oppresso dalle difficoltà della vita e se ne lamentò con un famoso maestro di spirito.

"Non ce la faccio più! Questa vita mi è insopportabile."
Il maestro prese una manciata di cenere e la lasciò cadere in un bicchiere pieno di limpida acqua da bere che aveva sul tavolo, dicendo:"Queste sono le tue sofferenze."
Tutta l’acqua del bicchiere s’intorbidì e s’insudiciò.
Il maestro la buttò via.
Il maestro prese un’altra manciata di cenere, identica alla precedente, la fece vedere all’uomo, poi si affacciò alla finestra e la buttò nel mare.
La cenere si disperse in un attimo e il mare rimase esattamente com’era prima.
"Vedi?" spiegò il maestro. "Ogni giorno devi decidere se essere un bicchiere d’acqua o il mare."

Troppi cuori piccoli, troppi animi esitanti, troppe menti ristrette e braccia rattrappite.
Una delle mancanze più serie del nostro tempo è il coraggio. 
Non la stupida spavalderia, la temerarietà incosciente, ma il vero coraggio che di fronte ad ogni problema fa dire tranquillamente:"Da qualche parte certamente c’è una soluzione ed io la troverò"

(dal web)

LA STRADA GIUSTA-autore sconosciuto



Insegnaci Signore la strada giusta per giungere a te...

LA STRADA GIUSTA 

Signore, spesso le nostre azioni ci portano
a percorrere strade che non conducono a nulla,
vie che portano alla sofferenza,
cammini segnati solo dal nostro egoismo e
dal desiderio di prevalere.


Insegnaci a trovare la nostra strada,
quella che conduce alla pace,
quella che conduce alla giustizia,
l'unica illuminata dal tuo Amore.


Fa', o Signore, che tutti gli uomini di buona volontà
trovino la strada che hai tracciato per loro,
la strada giusta
.

(autore sconosciuto)

20 ottobre 2012

CINTURA DI SICUREZZA



Usa la cintura di sicurezza: la tua famiglia ti ama!

DISCONNETTERSI PER VIVERE



Quante cose ci perdiamo per stare con gli occhi fissi sui display...

LA LEZIONE DELLA NOCE DI COCCO




LA LEZIONE DELLA NOCE DI COCCO

Una scimmia da un albero gettò una noce di cocco in testa ad un saggio. L'uomo la raccolse, ne bevve il latte, mangiò la polpa, e con il guscio si fece una ciotola.
La vita non smetterà mai di gettarci addosso palate di terra o noci di cocco, ma noi riuscíremo a uscire dal pozzo, se ogni volta reagiremo. Ogni problema ci offre l'opportunità di compiere un passo avanti. Ogni problema ha una soluzione, se non ci diamo per vinti...
(dal web)

IN AUTUNNO-Alessandro Erato



Una romantica poesia  di un giovane scrittore che ama leggere e ispirarsi a D'annunzio, Baudelaire,Neruda e Alda Merini .
Il risultato è senza dubbio di piacevole lettura!

IN AUTUNNO

Ti mostrerò amore
Che nulla muore in autunno,
nei freddi pini,
nelle piume scalze
e nelle mie umide mani.
La nebbia brilla di malizia
E il fuoco rivive nei nostri sentieri,
nei sassi arroccati,
nei prati verdi e nei versi di una nuova poesia.
Amore, in autunno nulla muore
E mi sento vivo in Ottobre,
come l’uva cado verso te
che m’attendi.
Come il castagno s’affida alle sue spine
Affida i tuoi segreti al mio roveto,
vola per me come l’ultima ape a Novembre
e io mi colorerò di vita tua,
come una nuova tela.
Mescolerò i colori con cura folle,
come i vini che s’elevano dal mosto.
Asciugherò per te la pioggia
Di nuvole gravide e terse.
Amore, nulla muore in autunno
E ciò che manca è solo invisibile
Ai nostri occhi

Alessandro Erato


19 ottobre 2012

MALINCONIA D'AUTUNNO-dal web


Un malinconico buongiorno...come solo in certe mattine d'autunno può succedere!
 
MALINCONIA D'AUTUNNO

Malinconia d'autunno
mi scende all'improvviso dentro al cuore
allo spuntar d' un'alba nuvolosa,
madre d'un cielo corrucciato e triste,
dopo una notte insonne di pensieri,
dopo una notte insonne senza te.
Malinconia di ricordi che ti cercano
e fluttuano nell'aria senza meta,
foglie ingiallite
d'un autunno d'oro
che cadono,
respinte dalla vita.
Malinconia d'un giorno senza te
che, pur assente, riempi le mie ore,
col dolce incanto delle tue parole
incise a marchio a fuoco nella mente,
quando, ancora, credevo nell'amore.
Malinconia del tempo senza te
respiro del mio tempo che ti vuole
sospiro del mio tempo già passato
inutile tempo,
ormai
inutile vita,
inutili lacrime,
versate
sulla freddezza
che adesso ci allontana,
inutile voce che ti chiama ancora,
e sommessamente scivola nel vento,
inutile voce
che passa oltre te,
perdendosi
nell'infinito di un lamento.

(dal web) 

17 ottobre 2012

OTTOBRE-Robert Frost



Dopo la pioggia che è caduta incessante per un paio di giorni, oggi è proprio un mite mattino d'ottobre dalla piacevolissima temperatura e senza dubbio il sole c'illude che il giorno sarà meno breve... che piacevolissima illusione!


OTTOBRE

O silenzioso mite mattino d'ottobre,
le foglie son mature per cadere;
il vento di domani, se avrà forza,
le spazzerà via tutte.
Chiamano i corvi sopra la foresta;
domani forse a stormi se ne andranno.
O silenzioso mite mattino d'ottobre;
lento comincia le ore di questa giornata.
Fa' che il giorno ci sembri meno breve.
Non ci dispiace se tu dolcemente ci illudi,
illudici nel modo che tu sai.
Stacca una foglia allo spuntar dell'alba,
a mezzogiorno stacca un'altra foglia;
una dai nostri alberi, ed un'altra
molto lontano.
Trattieni il sole con nebbie gentili;
incanta la campagna d'ametista.
Ma piano, piano!
Per amore dell'uva, se non altro,
i cui pampini bruciano nel gelo,
i cui grappoli andrebbero distrutti
per amore dell'uva lungo il muro.

(Robert Frost)

16 ottobre 2012

MATTINO D'AUTUNNO - Alessandro Manzoni




Un sereno mattino d'autunno!

MATTINO D'AUTUNNO


Il cielo era tutto sereno: di mano in mano che il sole s'alzava dietro il monte,
si vedeva la sua luce dalle sommità dei monti opposti scendere,
come spiegandosi rapidamente, giù per i pendii e nella valle.
Un venticello d'autunno, staccando dai rami le foglie appassite del gelso,
le portava a cadere qualche passo distante dall'albero.
A destra e a sinistra, nelle vigne, sui tralci ancora tesi,
brillavano le foglie rosseggianti a varie tinte;
e la terra, lavorata di fresco, spiccava bruna e distinta
 nei campi di stoppie biancastre e luccicanti dalla guazza.

Alessandro Manzoni

15 ottobre 2012

L'AMABILE FATA-Tiziana Porcelli



Ieri l'ho incontrata, l'amabile fata, durante la passeggiata nel bosco e le ho chiesto ... che il suo tocco leggero faccia risplendere anche noi! 

L'AMABILE  FATA

Soleva  vagar silenziosa
posandosi  lieve e armoniosa
su parti più oscure del bosco
dove tutto appariva assai losco

Ed è in quel  lieve sentire
Che  tutto  pareva  rifiorire
poiché ella quiete portava
là... dove tormento regnava

Bastava  un suo tocco leggero
e tutto risplendeva davvero

Il sole tornava a lambire
filtrando da  fulgide chiome
ed ogni creatura gioiva
poiché si sentiva ancor  viva

Non so se tu l'hai mai incontrata
del  bosco, l'amabile fata
ma ruba ogni raggio di sole
ogni nota soffusa  nell'aria
vedrai che anche vita più oscura
troverà  luce vera  e sicura.

Tiziana Porcelli

14 ottobre 2012

ELEANOR - Hermann Hesse




Altra struggente poesia intrisa di autunnale malinconia...

ELEANOR

Le sere d' autunno mi ricordano te
I boschi giacciono bui, il giorno si scolora
ai bordi dei colli in rosse aureole.
In un casolare vicino piange un bimbo.
Il vento se ne va a passi tardi
attraverso i tronchi a raccogliere le ultime foglie.
Poi sale, abituata ormai da lungo ai torbidi sguardi,
l' estranea solitaria falce di luna
con la sua mezza luce da terre sconosciute.
Se ne va fredda, indifferente, per il suo sentiero.
La sua luce avvolge il bosco, il canneto, lo stagno
e il sentiero con pallido alone melanconico.
Anche d' inverno in notti senza luce
quando alle finestre vorticano danze di fiocchi
e il vento tempestoso, ho spesso l' impressione di guardarti.
Il piano intona con forza ingannevole
e la tua profonda e cupa voce di contralto
mi parla al cuore. Tu la più crudele delle belle donne.
La mia mano afferra alle volte la lampada
e la sua luce tenue posa sulla larga parete.
Dalla antica cornice la tua immagine oscura guarda
mi conosce bene e mi sorride, stranamente.
Ma io ti bacio mani e capelli
e sussurro il tuo nome.

Hermann Hesse

CANGIANTI FOGLIE AUTUNNALI -Emperor Diaz




Struggente poesia che fa pensare che la gioventù purtroppo non ritorna in primavera come le foglie!

CANGIANTI FOGLIE AUTUNNALI  

Il tempo della giovinezza è ormai
finito e le foglie si tingono di
rosso vermiglio e di giallo ambrato.
Sembran vestire a festa, ma in realtà veston a lutto.

Cangianti foglie autunnali, che come
danzatrici fluttuate dai maestosi
alberi al duro suolo, prima eravate
baciate dal sole: ora il vento vi porta lontane....

Ora volate, cangianti foglie autunnali,
mentre la vita si dilegua nell'alto etere.
Ma non disperate, delicate creature, 
rinascerete nella stagione della bellezza.

Emperor Diaz


COLORI D'AUTUNNO-Marcel Roland



Passeggiando nel bosco,oltre ad ammirare il trionfo dei colori autunnali,potremmo con un pò di fortuna anche trovare dei funghi!

COLORI D’AUTUNNO

Il bosco in autunno è il trionfo dei colori. Nel tetto verde che prima ondeggiava lassù si sono infiltrati il giallo, il rosso, l'arancione e il violetto.
I pioppi che circondano lo stagno seminano una moltitudine di foglie gialle, simili a monete d'oro abbandonate sul muschio di velluto scuro.
È il momento in cui compaiono i funghi: essi spuntano tutti insieme.
Ecco il porcino con il cappello color tonaca di cappuccino, con il grosso piede color avorio; ecco il gallinaccio con il collaretto color arancine tutto piegoline, come le cuffie delle contadinelle antiche; ecco l'ovolaccio con il suo ombrello da fiera, vermiglio, punteggiato da lacrime bianche, e ancora il prataiolo con il suo parasole da vecchia signora.

Marcel Roland
(Canti d'uccelli e musiche d'insetti)

BOSCO AUTUNNALE-Boris Sluckij



Oggi è domenica...potremmo approfittarne per fare una passeggiata nei boschi!

Bosco autunnale

A chi somiglia il bosco in pieno autunno?
Soprattutto ad un sommesso incendio.
Lambiscono mute la coppa dei cieli
gialle lingue di fiamma.
Più d'uno scialle zingaro è screziato
il bosco ancora un pò verde.
Ad ogni albero, come ad un falò,
puoi riscaldarti l'anima
.

Boris Sluckij

10 ottobre 2012

VIALE ALBERATO D'AUTUNNO - C.Cisco




E’ così leggiadro l’autunno che ci fa immaginare  questa poesia, con le foglie che volteggiano come ballerine nella malinconica dolcezza dell’autunno!

VIALE ALBERATO D'AUTUNNO

Cade una foglia


soffice piuma



leggera



volteggia nell’aria



come una ballerina che danza sulle punte



poi



si posa per terra



sul tappeto di questo viale alberato



anch’essa



parte d’una coperta



ingiallita



di foglie morte.



L’autunno è arrivato



con la sua malinconica dolcezza



ed ogni albero si sta spogliando



del proprio vestito.



I rami ormai nudi



sembrano tendere



le proprie braccia al cielo



quasi come ad abbracciarlo.



In un amplesso tenero ed appagante,



io mi stringo a te,



alma Natura,



voglio cogliere ogni tuo palpito



e respirare il tuo stesso respiro,



vestendomi dei tuoi colori


Claudio Cisco

9 ottobre 2012

AUTUNNO - Carolina Parrilla





Portando seco un soffio lieve d' armonia e amore,  è giunto l' autunno...


AUTUNNO

Buongiorno autunno
e il cielo già si veste di vivi colori
con danze di foglie
che nell' aria intrecciano
echi aulenti di  tenue nostalgia...
Di bei momenti andati
oltre valli e monti
nel passo leggero
del tempo che avanza
portandosi via,inesorabile,
emozioni ormai lontane
Buongiorno autunno
ancora una volta
mentre quieta s' accomiata
nel girotondo di stagioni
l' estate col suo ardore
lasciando fra i viali deserti
una patina lieve
di ricordi improvvisi e sorrisi gentili
Nell 'attimo stesso
in cui tutto intorno
pian piano s' addormenta
cullato dalla stanca cadenza
dell 'oblio che avvolge
nel suo fumoso afflato
ogni passione e affanno
stagnante dentro al cuore
Intanto nel rosso sgargiante
 del giorno morente
si innalzano le  rondini
in volo verso un immaginario dove
Cosi si dissolve il silenzio
infranto da quell ''impercettibile rumore
quasi una tacita promessa
resa alla terra nell' ora dell 'addio...
Sarà bello ritrovarci a primavera
sembra stormire il vento
spettinando  filari  ambrati
di nuvole all 'orizzonte
Con lo splendore
della vita che torna
a ricreare tra i pori dell' alma
smembrati dal torpore
un soffio lieve
d' armonia e amore.
a farsi dolce luce
nel risveglio

Carolina Parrilla

8 ottobre 2012

FINE DI UN GIORNO D'AUTUNNO -K.Tognini




Buona sera con una  breve ma suggestiva poesia...

FINE DI UN GIORNO D'AUTUNNO 

Fine di un giorno d'Autunno
Sotto questo cielo
l'urlo del vento carezza le foglie...
Come fate del bosco s'inchinano stanche
alla fine di un giorno d'Autunno 
Karen Tognini

AUTUNNO-Cesare Borroni




Buona settimana, che sia tutta serena...


AUTUNNO

Ormai respiri l’aria 
d’una annuale stagione,
bagaglio di colori stupendi,
sfumati e tenui d'autunno. 

Strade quasi dipinte, 
le foglie cadute per terra 
da alberi nudi, lontane
le ricche chiome d’estate.

Malinconico autunno,
dai romantici toni,
pervaso di tinte
appassite nei viali.


Cesare Borroni
(22-09-’12)

7 ottobre 2012

SIGNORE PROTEGGI-PAULO COELHO


 Paolo Coelho,uno scrittore sempre alla ricerca di stabilire  un contatto con il Divino...

SIGNORE PROTEGGI...


Signore, proteggi i nostri dubbi, perché il Dubbio è una maniera di pregare. Esso ci fa crescere, perché ci obbliga a guardare senza paura le tante risposte a una stessa domanda. E affinché ciò sia possibile, Signore, proteggi le nostre decisioni, perché la Decisione è una maniera di pregare. Dacci il coraggio, dopo il dubbio, di essere capaci di scegliere tra un cammino e l'altro. Che il nostro sì sia sempre un sì, e il nostro no sia sempre un no. Fà che una volta scelto il cammino, non guardiamo giammai indietro, né lasciamo che la nostra anima sia rosa dal rimorso. E affinché ciò sia possibile, Signore, proteggi le nostre azioni, perché l'Azione è una maniera di pregare. Fà che il nostro pane quotidiano sia frutto del meglio di quanto abbiamo dentro di no. Che possiamo, attraverso il lavoro e l'azione, condividere un po' dell'amore che riceviamo. E affinché ciò sia possibile, Signore, proteggi i nostri sogni, perché il Sogno, è una maniera di pregare. Fà che, indipendentemente dalla nostra età o dalla situazione, siamo capaci di mantenere accesa nel cuore la fiamma sacra della speranza e della perseveranza. E affinché ciò sia possibile, Signore, riempici sempre di entusiasmo, perché l'Entusiasmo è una maniera di pregare. È lui che ci unisce ai Cieli e alla Terra, agli uomini e ai bambini, e ci dice che il desiderio è importante, e merita il nostro impegno. È lui che ci dice che tutto è possibile, purché ci impegniamo totalmente in ciò che facciamo. E affinché ciò sia possibile, Signore, proteggici, perché la Vita è l'unica maniera che abbiamo per manifestare il Tuo miracolo. Che la terra continui a trasformare la semente in grano, che noi cotinuiamo a tramutare il grano in pane. E questo è possibile solo se avremo Amore - dunque, non lasciarci mai in solitudine. Dacci sempre la Tua compagnia, e la compagnia di uomini e donne che hanno dubbi, agiscono e sognano, si entusiasmano e vivono come se ogni giorno fosse totalmente dedicato alla Tua gloria.

Amen

Paulo Coelho
dal libro "Sono come il fiume che scorre. Pensieri e riflessioni 1998-2005 "


POST PIU' POPOLARI

SANTA CHIARA D' ASSISI - 11 Agosto

SANTA CHIARA D' ASSISI "Per la grazia di Dio, l'anima dell'uomo fedele, che è la più degna di tutte le creature, è...