10 maggio 2022

LODE E ... ODE ALLA FRAGOLA


LODE... E ODE ALLA FRAGOLA

Maggio oltre ad essere il mese delle rose è anche il mese delle fragole,che non sono solo buone,ma soprattutto sono una ricca miniera di principi attivi che fanno bene al nostro organismo.

Approfittiamo dunque del periodo per consumarne tante!

Per le sue preziose caratteristiche le fragole sono state inserite tra i super cibi che "mantengono giovani" nella speciale classifica ORAC (Oxygen Radical Absorbance Capacity) stilata dall'USDA (il dipartimento dell'agricoltura statunitense)

                            

Contengono calcio e magnesio (rinforzanti e anti fame), ferro (rassodante e anti anemico), ma anche sodio, silice, iodio , acido folico, acidi grassi, iodio, rame, zinco ...

Inoltre le fragole contengono l’acido acetilsalicilico, che riattiva le difese immunitarie e  agisce come un’aspirina naturale.

E non è tutto, perché grazie alle fragole assumiamo sia vitamine del gruppo B (fondamentali per conservare la pelle elastica) sia soprattutto vitamina C che favorisce l'assorbimento del ferro, utile per la formazione dei globuli rossi e per i muscoli, e la produzione di collagene, una proteina che previene le rughe e rafforza i capillari riducendo ritenzione idrica e cellulite. 
L'azione antiritenzione viene potenziata dal potassio, altro minerale di cui le fragole sono ricche.
Questi frutti contengono pure xilitolo, una sostanza  che previene la formazione della placca dentale,sbianca i denti , li protegge dalle carie e uccide i germi responsabili dell'alitosi.

 


Non ultimo, le fragole sono considerate un alimento anticancro grazie alla presenza di acido ellagico,un potente antiossidante naturale, che riduce l’assorbimento delle nitrosammine (tossine tumorali introdotte con cibi e farmaci) a livello dell’intestino. 

Rinfrescante, diuretica e dissetante (contiene il 90% di acqua), la fragola  oltre a ridurre la ritenzione idrica, favorisce la diuresianti stipsi , combatte gas e fermentazioni e sono efficaci anche nel trattare gastrite e diarrea.

Le fragole sono anche alleate del nostro cuore: infatti prevengono il formarsi di depositi di placche sulle pareti delle arterie e sono un valido aiuto contro i danni da alcol, proteggendo lo stomaco dagli effetti negativi di questa sostanza.
Il frutto in questione aiuta a prevenire il declino delle facoltà motorie e cognitive, che comunemente si associano all'invecchiamento e particolarmente al disturbo dell'Alzheimer.




Frutto decisamente ipocalorico: 100g di fragole apportano solo 27 kcal, contro le 45 kcal della mela. Ciò significa che, al posto di una mela (circa 200g), si possono consumare ben 300g di fragole,cioè una vera scorpacciata! Le fragole sono anche ricche di fibre che aumentano il senso di sazietà, regolarizzano l'intestino e fanno assorbire meno grassi e meno zuccheri ed essendo inoltre ricche di enzimi capaci di attivare il metabolismo dei grassi facilitano il corpo nel dimagrimento.

Lo zucchero che contengono,il levulosio, è facilmente eliminato dall’organismo,quindi possono essere assunte anche dai diabetici.



CONTROINDICAZIONI

Dopo aver tessuto le lodi di questo prezioso frutto, è doveroso ricordare che ha anche qualche controindicazione. La fragola infatti è un alimento tra quelli più comunemente associati alle allergie, con reazioni più o meno gravi che vanno dalle eruzioni cutanee ,all'intorpidimento e formicolio della bocca,ai crampi intestinali ,vomito e diarrea,così come possono causare reazioni anafilattiche,con difficoltà di respirazione dovuta al rigonfiamento e all’ostruzione dei bronchi che possono provocare  gravi conseguenze. 
La fragola contiene anche una notevole quantità di ossalati, che possono cristallizzare e causare calcoli renali o biliari : quelli che soffrono di calcolosi devono consumare questo frutto con moderazione ,così come chi soffre di problemi tiroidei perchè la fragola contiene sostanze che possono interferire con le funzioni della tiroide.


(da varie fonti)


In conclusione l'ode a quello che  in botanica  si definisce un “falso frutto” o “frutto composto”: infatti non molti sanno che i frutti veri e propri delle fragole sono i semini gialli sulla sua superficie, detti acheni, mentre la polpa rossa che mangiamo è il ricettacolo ingrossato. Il ricettacolo o talamo è l'ingrossamento posto all'apice del peduncolo, che costituisce la base sulla quale si inseriscono le varie parti del fiore.


ODE ALLA FRAGOLA 

Ode alla fragola
(noi che intanto botanici non siamo)

in latino fragaria
in piemontese frola
di varietà carezza
gorella belrubi
o pocahontas
rubiconda delizia
nascondi con malizia
il tuo segreto:
tu sei un falso…
chè – per i botanici -
non sei un frutto
del tutto
bensì lo sono
– a regola -
i tuoi granelli
gialli solamente
e ciò che ci fa gola
tondo e vermiglio
quando vediamo
di fragole un paniere
son solo infiorescenze
un po’ ingrossate
…oh menzognere fragole…
ma certamente questo – a noi -
non guasta il gusto
e non ci tocca
la dotta spiegazione:
sia veri o falsi
quei dolci frutti
ce li mangiamo
con soddisfazione
semplici e al naturale
con l’aceto balsamico
o al limone
con un buon vino
o lo champagne pregiato
nel risotto o su un dolce
– finezza del palato -
e a fine pasto
anche col gelato.

Dott. Maria Angela Donna
(referente del progetto Frutta
 nelle Scuole del Piemonte)



Nessun commento:

POST PIU' POPOLARI

DOMENICA MATTINA - Laura Marchetti

Una volta, prima dell'avvento del Cristianesimo , la domenica era chiamata “dies solis” , cioè il "giorno del Sole" , ed...