2 dicembre 2016

UN AMOROSO SILENZIO - Aleksej Tolstoj



Autunno è una stagione dalle tante sfumature, incluse quelle della tristezza, che tutti, ma soprattutto i romantici, possono percepire persino nei momenti di gioia…

UN AMOROSO SILENZIO

Autunno! 
Il nostro umile giardino per intero si spoglia,
le foglie gialle se ne volano via, sospese nel vento,
solo laggiù, lontano, si scorgono, sul fondo della valle,
appassire i gonfi grappoli rosso-fiamma del sorbo.

Il mio cuore è triste e lieto insieme,
senza parlare stringo e riscaldo le tue piccole mani,
ti guardo negli occhi, piango in silenzio,
e non so dirti davvero quanto t’ami.

Aleksej Tolstoj 

LE FOGLIE MORTE - Jacques Prévert


Tutti conosciamo la canzone "Les Feuilles Mortes"  resa nota da Yves Montand, ma reinterpretata da tanti big della musica, non molti invece sono a conoscenza che il testo fu  scritto nel 1945 dal poeta francese Jacques  Prévert ...

LE FOGLIE MORTE 

Oh! Vorrei tanto che tu ricordassi
i giorni felici quando eravamo amici.
La vita era più bella.
Il sole più bruciante.
Le foglie morte cadono a mucchi...
Vedi: non ho dimenticato.
Le foglie morte cadono a mucchi
come i ricordi e i rimpianti
e il vento del nord le porta via
nella fredda notte dell'oblio.
Vedi: non ho dimenticato
la canzone che mi cantavi.
È una canzone che ci somiglia.
Tu mi amavi
io ti amavo.
E vivevamo noi due insieme
tu che mi amavi
io che ti amavo.
Ma la vita separa chi si ama
piano piano
senza far rumore
e il mare cancella sulla sabbia
i passi degli amanti divisi.
Le foglie morte cadono a mucchi
come i ricordi e i rimpianti.
Ma il mio amore silenzioso e fedele
sorride ancora e ringrazia la vita.
Ti amavo tanto, eri così bella.
Come potrei dimenticarti.
La vita era più bella
e il sole più bruciante.
Eri la mia più dolce amica ...
Ma non ho ormai che rimpianti.
E la canzone che cantavi
sempre, sempre la sentirò.
È una canzone che ci somiglia.
Tu mi amavi
io ti amavo.
E vivevamo noi due insieme
tu che mi amavi
io che ti amavo.
Ma la vita separa chi si ama
piano piano
senza far rumore
e il mare cancella sulla sabbia
i passi degli amanti divisi

Jacques Prévert

SEGNO - Guillaume Apollinaire

La Fruttivendola - Vincenzo Campi, 1580 circa 
(Pinacoteca di Brera a Milano)


L’autunno è la stagione più dolce, e quello che perdiamo in fiori lo guadagniamo in frutti. 

(Samuel Butler)

SEGNO

Sono nato sotto il segno dell'autunno
perciò amo i frutti e detesto i fiori
rimpiango i miei baci ad uno ad uno
come un noce bacchiato al vento racconta i suoi dolori.

Mio eterno autunno o mia stagione mentale
le mani di antichi amanti cospargono il tuo suolo
una sposa mi segue è la mia ombra fatale
le colombe stasera spiccano l'ultimo volo.

Guillaume Apollinaire

Autunno - Giuseppe  Arcimboldi  (1527/ 1593)



26 novembre 2016

AFORISMI AUTUNNO



AFORISMI SULL'AUTUNNO

L'autunno è una seconda primavera, quando ogni foglia è un fiore.
Albert Camus

L'autunno è un andante grazioso e malinconico che prepara mirabilmente il solenne adagio dell'inverno.
George Sand

L'autunno è la primavera dell'inverno.
Henri de Toulouse-Lautrec

Le foglie ingiallite rappresentano l'autunno con tutta l'incertezza e la malinconia delle creature che ci abbandonano per sempre.
Romano Battaglia



Nella stagione autunnale, sono le foglie che muoiono. Nell'autunno della vita, sono i nostri ricordi.
Flor Des Dunes

Tuoni di ottobre, verrà un inverno caldo
Proverbio abruzzese

Autunno. Il post-scriptum del sole.
Pierre Véron

L’autunno porta con sé il ricordo di una stagione generosa, colori, sensazioni, profumi, raccolto, tutto parla della bellezza della terra, della meraviglia della natura.
Stephen Littleword



Il cuore delle donne come il cielo d'autunno
 proverbio giapponese

Si sta come | d'autunno | sugli alberi | le foglie.
 Giuseppe Ungaretti

D'autunno l'infermità si addensa, come le nuvole in cielo, e molti mali che l'estate aveva assopito si risvegliano.
Theodore Francis Powys

In autunno tutto ci ricorda il crepuscolo - e tuttavia, mi sembra la stagione più bella; volesse il cielo allora, quando io vivrò il mio crepuscolo, che ci fosse qualcuno che mi ami come io ho amato l'autunno.
Soren Kierkegaard


Nessuno può gustare i frutti dell’autunno mentre si gode il profumo di fiori primaverili.
Samuel Johnson

L’amore è come la pioggerella d’autunno: cade piano ma fa straripare i fiumi!
proverbio africano

Penso che l'autunno sia più uno stato d'animo che una stagione. 
Friedrich Nietzsche


Ognuno dovrebbe trovare il tempo per sedersi e guardare la caduta delle foglie.
Elizabeth Lawrence


L'autunno della vita arriva in anticipo, se non sappiamo conservare le forze e l'entusiasmo per gli anni che verranno. 
Romano Battaglia

Nulla è più fugace della forma esteriore, che appassisce e muta come i fiori di campo all’apparire dell’autunno. 
Umberto Eco

L’autunno fa cader le foglie e la vecchiaia fa passar le voglie.
 Proverbio

Quando, in autunno, raccoglierete l'uva dalle vigne per il torchio, dite in cuor vostro: "Anch'io sono una vigna, e i miei frutti saranno raccolti per il torchio, e come vino nuovo sarò tenuto in botti eterne".
Kahlil Gibran

Incredibile come la natura sa stupire, allo sfiorire dei fiori estivi, ne nascono di nuovi, sono le foglie d’autunno. 
Stephen Littleword


Il mondo è stanco, l’anno è vecchio,
Le foglie sbiadite sono liete di morire …
Sara Teasdale

Nessun desiderio più nelle foglie.
I tronchi guardano nella polvere
e i passi ascoltano il tempo.
Ora è autunno.
Max Dauthendey

L’autunno è la stagione più dolce, e quello che perdiamo in fiori lo guadagniamo in frutti. 
Samuel Butler

Autunno chiaro e giocondo, anno fecondo.
 Proverbio


La memoria dell’albero: se la porta con sé l’ultimo uccello che vola via in autunno

Fabrizio Caramagna


L’autunno ha più oro in tasca rispetto a tutte le altre stagioni.
Jim Bishop

L’autunno piega il ramo, gli autunni piegano il tronco.
Nicolae Petrescu Redi

In autunno, la vigna vergine arrossisce di fronte agli alberi che si denudano.
Sylvain Tesson

A meno che un albero abbia mostrato i suoi fiori in primavera, sarà invano cercare i suoi frutti in autunno. 
Walter Scott



25 novembre 2016

STAVO ZITTA - Anna- Élisabeth De Noailles




Quante donne proveranno un sussulto e si riconosceranno in questa poesia? 
Soffocare parole o sentimenti, provoca un tale malessere che si finisce per morire dentro più e più volte...
Val la pena di subire questo tipo di violenza per qualcuno che assolutamente non ti ama?
Dimostra di amarti chi si prodiga la tua felicità, chi mostra istinto di protezione nei tuoi confronti e ti lascia la libertà, di espressione e opinione, necessaria per avere un rispettoso confronto senza dover poi temere ripercussioni di nessun tipo...


STAVO ZITTA

Stavo zitta, avevo fatto voto
di non rimproverarti mai
il tuo spirito squadrato, vuoto, negato
a ogni slancio, a ogni sfogo;
ma questa sera che il cielo d’autunno
sfoglia un sole struggente,
lascia che la mia voce si abbandoni
a tradire i segreti del sangue:
– Lo sai tu, caro cuore senza dolcezza,
cara anima insensibile e ostinata,
in questo giorno che io ti confesso
la mia nativa e fiera tristezza,
quante volte mi sono ammazzata?

Anna- Élisabeth De Noailles


TACI CASALINGA - Graziella Cappelli


La categoria femminile che più spesso subisce maltrattamenti di vario genere, è quella della casalinga, anche se spesso ha sacrificato la carriera per la famiglia e poi, come riconoscimento, si ritrova un compagno che trova poco interessanti le sue "chiacchiere" e preferisce ascoltare la tv...

TACI CASALINGA

Taci
Casalinga.
Non parlare
ora
che la tavola
è pronta
e la TV
emana
sortilegi.
Stacchi la spina
robot
dal grembiule sgualcito
Cenerentola
cerchi la scarpetta
ma già
ai saldi
l’han venduta.

Graziella Cappelli

LIVIDI - Maria Cavallaro


Con la speranza che tutte e ferite guariscano e che neanche un solo livido venga mai più provocato in nessuna donna ... affinché torni la luce nei loro occhi e le uniche lacrime versate siano di gioia!

LIVIDI

Riaffiorano
sotto la pelle del cuore,
quei lividi,
ormai scomparsi,
ma ancora dolorosi,
necrosi dell’animo,
marchio infame
di donna abusata,
che ha scordato
carezze di mimose.
L’anima mia ferita
si rotola
nel sale dei ricordi,
dove tutto si allontana
sotto la coltre del tempo,
bucata
dai miei silenzi,
bagnata
dalle mie  lacrime,
graffiata
da unghie impotenti,
affondate
in uno sguardo senza luce.

Maria Cavallaro