28 marzo 2021

DOMANI INCERTO - Luciano Postogna


Buona domenica con una poesia e un'immagine dal "sapore" mesto e antico...


DOMANI INCERTO


Quando gli organi delle bianche chiese

al vespro si smorzano

e nelle strade le ultime canzoni

tacciono, quasi per timore

dell’ombra già incombente.


La gente nel cuore serba,

con tanta forza,

quella breve allegria domenicale

e taciturna cammina sul viale

per rincontrar la solita tristezza.


Toglie la maschera il sorriso

e la mestizia svela con aria disinvolta

la gioia resta sol per l’abito da festa.


Si spengono le luci

nelle case e cimiteri,

solo in cielo ogni giorno sarà festa.


È l’ora piena dei notturni lidi

dove le giovani si danno

ai famelici acquirenti

per qualche coppa di Moët&Chandon.


Ora dorme la città

e coatta sogna

poiché non vuol pensare

cosa sarà il domani. 


Luciano Postogna

Nessun commento:

POST PIU' POPOLARI

DOMENICA MATTINA - Laura Marchetti

Una volta, prima dell'avvento del Cristianesimo , la domenica era chiamata “dies solis” , cioè il "giorno del Sole" , ed...