10 aprile 2012

VENTO D'APRILE-Maria Cavallaro


Le poesie di Maria Cavallaro sono tutte di mio gradimento,ma questa ha quel qualcosa in più che mi smuove dentro...come un dolce venticello!


VENTO D'APRILE
Odori di stagione
si confondono
nell’ala calda del vento
e radente il volo
d’un gabbiano
si dissolve
nei cristalli dell’infinito.
Come stupore
di bianchi petali,
mi accarezza l’aria,
tagliando
le onde salmastre
nel rincorrersi
instancabile
di frantumate schiume.
E tra un piegarsi di fronde,
nella musica
di una vecchia canzone,
cerco un abbraccio,
quasi trascinata
nel ballo sensuale
d’un amore antico,
che ritorna
nel vento d’aprile
e mi dipinge l’anima.

Nessun commento:

POST PIU' POPOLARI

DOMENICA MATTINA - Laura Marchetti

Una volta, prima dell'avvento del Cristianesimo , la domenica era chiamata “dies solis” , cioè il "giorno del Sole" , ed...